Municipi senza frontiere - A Padova il quarto appuntamento per il progetto di sostegno alle municipalitā curde in Siria e Iraq
[14-06-2018]

Lo scorso 6 giugno è stata Padova la sede del quarto appuntamento di Municipi senza Frontiere, il programma partecipativo promosso da Anci che vede i Comuni e le Città Metropolitane italiani coinvolti nel sostegno alle città curde nel nord est della Siria e in Iraq. Queste città oggi scontano gli effetti devastanti di un conflitto che si protrae ormai da 7 anni e che ha visto 12 milioni di sfollati siriani accolti soprattutto dai Paesi limitrofi nonostante la fragilità strutturale dei medesimi, come l’Iraq, stravolgendo i tessuti urbani di accoglienza, ma che sta conoscendo anche una grande volontà di ritornare e ricostruire le aree liberate dall’IS, come testimoniano i ritorni e Raqqa e gli studenti di nuovo iscritti all’Università di Mosul.
Numerosi gli interventi, sull’importanza della cooperazione come promozione di diritti e di responsabilità, evocate come parole chiave che hanno innescato un confronto e una riflessione principalmente sul ruolo che le municipalità italiane possono svolgere per permettere all’area irachena e siriana di ritrovare finalmente equilibrio e pace, lavorando a partire non solo dai bisogni materiali ma estendendo la prospettiva di rinascita anche alla dimensione culturale e democratica, come antidoto reale alla minaccia dei radicalismi.
“C’è una grande attenzione da parte del Comune di Padova verso le municipalità siriane e irachene– ha dichiarato l’Assessora alla Pace, Diritti Umani e Cooperazione Internazionale, Francesca Benciolini - I diritti umani ci uniscono in un unico contesto, eliminando le frontiere e guardando oltre, direttamente alla vita di cittadini come noi.”
Come ha inoltre sottolineato Renato Franceschelli, Prefetto di Padova: “Questo di Municipi senza Frontiere, è un modo intelligente e oculato di ripensare la Cooperazione, con attori consapevoli come i cittadini e i loro rappresentanti”.
Una Cooperazione che non si basa solo su un aiuto esterno ma che vede in primo piano il nostro territorio e gli enti locali in una prospettiva di co-sviluppo.
“Questa sera è un’importante occasione di confronto diretto tra Ministero e territorio” – ha affermato Carlo Batori, Consigliere del Maeci Direzione Affari Politici, che segue e supporta da vicino questa iniziativa – per tre ragioni: per la dimensione umanitaria, poiché sono territori che gestiscono crisi umanitarie enormi; per le municipalità di quei territori che sono nella necessità impellente di erogare servizi di base agli sfollati e ai propri cittadini; e infine per la valorizzazione dell’incredibile patrimonio di esperienze che appartengono agli enti locali italiani”.

Quella promossa da Anci è dunque una esperienza del tutto originale nel panorama europeo, come sottolineato dal Responsabile delle Relazioni Internazionali di Anci Antonio Ragonesi, dove le città italiane riprendono la loro antica tradizione di apertura e dialogo con tutte le realtà oltre la frontiera e si impegnano in interventi di Cooperazione valorizzando le relazioni e gli attori presenti sui propri territori, in linea con quanto indicato dalla nuova Legge sulla Cooperazione n. 125/2014.




Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    sito@anci.it
    stampa@anci.it
    Tel. 06/68009204/231 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A